0 Articolo - 0,00 € 0
Non ci sono più articoli nel carrello
Totale (Tasse incl.) 0,00 €

.

.

Il saluto di Lollo

Il 2 aprile è la giornata dell’autismo.

Noi di Happy Family vogliamo essere vicini a tutte le famiglie che convivono con questa condizione e raccontarvi la storia di Lollo, un bellissimo ragazzo autistico che abbiamo incontrato quando ci ha portato ”il suo saluto”.
Tutto inizia con un sogno dove Lollo immagina di viaggiare in treno e poter conoscere e salutare tutte le persone che incontra nel suo viaggio.
Franco , il papà, ne rimane meravigliato.
Da piccolo suo figlio era molto introverso e taciturno ed ora sentirlo dire che vorrebbe conoscere gente nuova e viaggiare è per lui una gioia che diventa sempre di più un desiderio.
Franco costruisce un progetto.
Lo chiama “senza fretta” perché lo cuce su misura addosso a suo figlio.
Lollo è così, ha bisogno di tempo per capire ed accettare le cose, ha le sue esigenze.

Il 2 aprile del 2016 il sindaco della città di Savigliano investe Lollo della carica di “ambasciatore del Saluto “.
Franco crea delle magliette con la scritta “mi piace salutare le persone” , prenota i treni, contatta i comuni e così di parte. L'obiettivo è Montebelluna, in provincia di Treviso, il paese della bisnonna di Lollo che lo aspetta Sono 13 tappe.
Un viaggio faticoso, ambizioso, ma sicuramente stimolante. Per la prima volta, padre e figlio, costruiscono un progetto insieme. L’obbiettivo di Franco è quello di passare del tempo con Lorenzo e di conoscere persone nuove, di donare il loro saluto e la loro esperienza. Senza fretta......

Da allora ne sono stati presi di treni Da Roma a Marene l’anno successivo, dove Lollo ha incontrato il Vicario del Papa ed è stato eletto, al suo arrivo, cittadino onorario della città di Marene, in provincia di Cuneo.
Dall’Aquila sino a Torino per portare il “saluto della solidarietà “ nelle zone terremotate.

Ci fa molto piacere sapere che Lorenzo, aveva sempre con se il suo bracciale di Happy Family, lo considerava un modo di condividere le sue giornate con la sua mamma e il suo fratello, che da casa partecipavano alle sue esperienze.
Quest ‘anno, purtroppo, Lollo non potrà prendere nessun treno, ma il suo saluto non si ferma.
Anche noi Happy Family gioielli, insieme a lui vogliamo portare un saluto a tutti gli italiani, perché in questo momento potrebbe farci sentire meno soli.